Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Gli imprenditori del Gusto

Gli imprenditori del Gusto

  • La giardiniera di Morgan Pasqual, cinque diverse ricette dedicate alla famiglia

    Chiuso il ristorante di proprietà nel 2012 l'imprenditore si è dedicato esclusivamente alla perfezione del prodotto. Il periodo migliore per consumarlo è Pasqua

    20/03/2017 08:44

    Morgan Pasqual ha cominciato a produrre la giardineria che ha preso il suo nome nel 2005 nel suo ristorante a Malo (Vicenza), i 5 Sensi, voleva un accompagnamento agrodolce a un piatto a base di maialino ma non si accontentava di quelli in commercio. La giardineria prese presto piede e numerosi clienti cominciarono a ordinarla per portarla a casa, ecco che nel 2012, la richiesta era così importante che si decise di chiudere il ristorante e dedicarsi alla produzione delle giardiniere, fino a creare cinque diverse ricette dedicate a ogni componente della famiglia Pasqual, che hanno preso i nomi dei figli e della moglie, quindi Morgan, il papà, Luciana, la mamma, e i figli Giada Maria, Giovanni, Annapaola.

  • Claudio Gatti: "Rifiuto l’idea di panettone tradizionale, ma ciò non significa che non mi piaccia"

    Lo chef-proprietario della pasticceria di Tabiano – Tabiano Terme (Parma) suggerisce alcuni consigli per l'acquisto del panettone e racconta la filosofia della digeribilità che lo ha portato a realizzare la Focaccia, dolce a pasta lievitata

    17/12/2016 13:22

    C’e’ panettone e panettone, ma quello di Claudio Gatti indubbiamente è diverso, è completamente un’altra cosa e non soltanto perchè è più buono e più digeribile, ma perché dietro la preparazione del dolce simbolo del Natale c’è una ben precisa filosofia pasticcera. Questo non significa che il maestro-proprietario della Pasticceria Tabiano – Tabiano Terme (Parma) rifiuti completamente la ricetta tradizionale del prodotto, ma la sua scelta è quella di consentire una degustazione del dolce non una sola volta, ma ripetuta. Ecco quindi l’idea di creare la Focaccia, che senza ombra di dubbio è da considerare la stretta parente del panettone, ma con alcune caratteristiche organolettiche differenti che la rendono super nella sua specificità. Detto questo abbiamo chiesto ad un artista del gusto come Claudio Gatti alcuni consigli su come scegliere ed effettuare l’acquisto del panettone in questo periodo di festa

    Video
  • Simone Bonini: “Smaschero gli impostori del gusto percorrendo la strada della contaminazione e condivisione"

    L'ideatore del format di successo Gelato Carapina arriva nelle librerie con un volume su come far riconoscere un gelato artigianale da quello chimico, ma cerca anche di dare consigli su come fare qualità

    18/10/2016 10:45

    Dai più è considerato il padre del gelato gastronomico, il Guru del settore. Amante da sempre del mondo del food e della cucina oggi Simone Bonini, ideatore del format di successo Gelato Carapina, è anche un autore della casa editrice Giunti con il libro “Il gelato a modo mio. Tutto l’anno nella cucina di casa”, una sorta di vademecum sulle origini del gelato, sugli ingredienti da utilizzare, su quali attrezzature utilizzare e su come riconoscere un gelato artigianale fatto di materie prime fresche da quello realizzato con polveri e ingredienti chimici. Con un passato da elettricista e da imprenditore di un’azienda di impiantistica industriale sogna per il futuro un programma Tv e un unico punto vendita diretto, dove sia più facile incontrarlo ma soprattutto dove possa avere più contatto con i clienti, perché il contatto genera- dice- contaminazione e condivisione.

  • Francesco Boccia: ”Il lavoro del pasticcere non è quello raccontato dai media. Comporta impegno e sacrificio”

    Il campione del mondo di pasticceria in carica parla a tutto tondo del suo mestiere augurandosi per il suo futuro la pubblicazione di un libro e di proseguire nel settore della formazione

    23/09/2016 11:26

    La sua grande passione è la cioccolata, ma l’arte per la pasticceria è nel suo Dna. Figlio d’arte e cresciuto tra creme e bontà dolciarie grazie al nonno e papà pasticceri, Francesco Boccia, artista del dolce under 30, oggi è campione del mondo di pasticceria, titolo vinto insieme a Fabrizio Donatone e Emmanuele Forcone. La Medaglia d’oro alla Coupe du Monde de la Pâtisserie è stata conquistata a Lione con il tema Peter Pan. Grande sperimentatore e innovatore è impegnato ora con il “Team Massari” in un tour in tutta Italia per diffondere la professionalità e l'innovazione nel mondo del dolce, nel rispetto della tradizione italiana, attraverso corsi e dimostrazioni di altissimo livello a numero chiuso, rivolti a un pubblico competente e appassionato. La prossima tappa sarà a Roma il 3 e il 4 ottobre nelle sede di "A tavola con lo chef"

  • Alba Esteve Ruiz: "Mi piace molto la cucina francese. Mangerei riso mattina, pomeriggio e sera"

    La giovane chef spagnola, considerata da critici enogastromici la promessa della cucina d'autore, prova l’avventura di un temporary nel dehors del Teatro dell’Opera di Roma. Per lei la stella Michelin sarebbe una grande soddisfazione per la sua brigata

    22/07/2016 10:33

    E’arrivata in Italia con un pedigree di tutto rispetto. Alle spalle infatti ha l’esperienza lavorativa al ristorante Tre stelle Michelin El Celler de Can Roca e le altre fatte nella sua Spagna ugualmente importanti. Classe’89, Alba Esteve Ruiz, “chef titolare” di Marzapane (locale nelle vicinanze di Piazza Fiume a Roma), è pronta ad altre sfide con un pensiero alla Francia e alla cucina transalpina, suo vecchio pallino. Intanto, oltre a “coccolarsi” Marzapane, prova l’avventura di un temporary nel dehors del Teatro dell’Opera della Capitale, La crostaceria in Piazza Beniamino Gigli 7.

  • Oscar Farinetti: "Nel 2018 Eataly supererà il miliardo di euro. Nei prossimi due anni altre 10 aperture"

    Il supermercato delle eccellenze agroalimentari made in Italy- dice il fondatore e ideatore dello store- sarà quotato in Borsa nel 2017, al massimo nel 2018. A stupire l'imprenditore di Alba è la biodiversità italiana

    11/07/2016 12:53

    Dinamico, iperattivo con il cuore rivolto alla meraviglia della biodiversità italiana. Può essere "riassunto" in questo modo Oscar Farinetti, l'imprenditore piemontese di Alba passato dagli elettrodomestici alle eccellenze agroalimentari italiane con l'ideazione di Eataly, supermercato gourmet sparso in molte città del mondo. Oggi, a distanza di molti anni dall'apertura del primo punto vendita a Torino, il gruppo fondato da Farinetti conta 33 negozi per un valore di 500 milioni di euro con l'obiettivo di superare il miliardo nel 2018. Ma le sfide per colui che è considerato uno dei Guru dell'agroalimentare italiano sembrano non terminare mai. In cantiere c'è la prossima avventura della Fabbrica italiana contadina (Fico Eataly World), la quotazione in Borsa e l'apertura di altri 10 Eataly nei prossimi due anni.

  • Italo Bassi: “La mia famiglia mi segue in tutte le mie esperienze. Nel futuro potrebbe esserci Roma”

    Il Tre stelle Michelin ed ex chef dell’ Enoteca Pinchiorri di Firenze, dopo il ConFusion di Verona, apre in Costa Smeralda a Porto Cervo con una proposta basata sulla tradizione italiana arricchita da ingredienti pregiati derivanti da diverse culture

    29/06/2016 15:33

    Ha aperto qualche giorno fa il suo nuovo ristorante in Costa Smeralda, ma non nasconde che nel futuro potrebbe esserci Roma. Intanto dopo la quasi trentennale esperienza con la stellata Enoteca Pinchiorri di Firenze il Tre Stelle Michelin Italo Bassi si gode il frutto del suo impegno e della sua professionalità con i suoi due locali: il ConFusion di Verona e il Confusion boutique Restaurant di Porto Cervo collocato di fronte al Porto Vecchio nell’esclusivo scenario della Promenade du Port della località sarda.

  • Salvatore Cosenza: "L'integrazione con Twitter è prossima anche per gli Yelper italiani"

    Il responsabile della città di Roma della guida internazionale Yelp parla a tutto tondo sulla filosofia aziendale della piattaforma fondata a San Francisco e sulle novità che saranno introdotte sul mercato nazionale

    22/06/2016 10:51

    I numeri sono da capogiro, nel primo trimestre del 2016, Yelp, guida per tutte le aziende locali (dai negozi ai meccanici passando per i dentisti e i più tradizionali ristoranti), ha registrato dal mobile 69 milioni di visitatori unici al mese e 77 milioni di visitatori unici al mese da desktop nello stesso periodo. Oltre 102 milioni sono state invece le recensioni pubblicate alla fine del primo trimestre dell’anno in corso. Yelp, fondata a San Francisco nel luglio 2004, è presente nelle principali città di Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Irlanda, Francia, Germania, Austria, Paesi Bassi, Spagna, Italia, Svizzera, Belgio, Australia, Svezia, Danimarca, Norvegia, Finlandia, Singapore, Polonia, Turchia, Nuova Zelanda, Repubblica Ceca, Brasile, Portogallo, Messico, Giappone, Argentina, Cile, Hong Kong, Taiwan e Filippine. Tra le novità per gli Yelper italiani l'integrazione della piattaforma con Twitter.

  • Rossano Boscolo: "Uno chef, per definizione, deve presidiare costantemente la sua cucina"

    Il maestro d'alta cucina fondatore del Campus Etoile Academy parla a tutto tondo sull’evolversi del mondo del food e dell’enogastronomia e diffida dei ristoranti che utilizzano il nome altisonante di un noto cuoco solo come specchietto per le allodole

    15/06/2016 12:42

    Il nome è una garanzia e il bagaglio di esperienze e di lavoro fatto sul campo sono un patrimonio per tutti i ragazzi che hanno un sogno: diventare chef. Rossano Boscolo, chef di fama internazionale e pluridecorato nei più prestigiosi concorsi mondiali, parla a tutto tondo e in piena libertà in questa intervista rilasciata ad AgroalimentareNews sull’evolversi del mondo del food e dell’enogastronomia in un contesto in continua trasformazione almeno dal punto di vista delle formazione e della comunicazione di settore. Lui dal canto suo, da alcuni anni, ha aperto un Campus d'ispirazione internazionale votato alla formazione di giovani leve dell'Alta Cucina, una sorta di “palestra di vita” che rimanga impressa nel cuore e che insegni ai ragazzi a stare a testa alta nel mondo del lavoro. Quanto ai nuovi divi della Tv Boscolo dice: "Uno chef, per definizione, deve presidiare costantemente la sua cucina"

  • Valerio M. Visintin: “I circensi del food ci mancheranno perché strappano sempre qualche grassa risata”

    Il giornalista e critico gastronomico mascherato del Corriere della sera torna nelle librerie con il suo ultimo lavoro “Cuochi sull’orlo di una crisi di nervi” sottolineando la deriva del mondo del cibo. Nel mirino la stampa compiacente e le fuffblogger

    02/06/2016 12:07

    Il bastian contrario del patinato mondo del food torna a far parlare di sé con il solito sarcasmo che ormai lo contraddistingue. Valerio M. Visintin, giornalista e critico gastronomico mascherato del Corriere della sera, è nelle librerie con il suo ultimo lavoro “Cuochi sull’orlo di una crisi di nervi ”. Nel libro l’ironia un po’ amara sugli atteggiamenti di tutti gli attori che popolano il settore domina le pagine firmate dall’autore che ha visitato e recensito negli ultimi dieci anni più di 2500 ristoranti e ha scritto una quarantina di guide gastronomiche e tre libri di narrativa . Nell’intervista rilasciata ad AgroalimentareNews Visintin mette al centro alcune regole basilari: il saper comunicare e lo scrivere per informare i lettori e non per beneficare una azienda o uno chef.

Pagina 1 di 2

Naviga tra le pagine

  1. 1
  2. 2

Cerca

Multimedia

  • video

    A Pasqua arriva la colomba al Parmigiano Reggiano di Claudio Gatti

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    ‘Chef Ma Non Troppo’, Fede&Tinto raccontano “L’Italia in Cucina”

AgroSpeciali