Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Filiera Corta

Filiera Corta

  • Alcolici: raddoppia l’interesse online nel 2020 soprattutto tra i giovani e over 65

    Nascono nuove enoteche digitali e le aziende vinicole si aprono all'e-commerce. Boom per vini

    19/01/2021 17:01

    L’interesse online nei confronti degli alcolici è più che raddoppiato nello scorso anno in Italia (+110,2%) e a crescere maggiormente sono i giovani nella fascia di età tra i 18 e i 24 anni (+209,2%)[1] secondo quanto emerso dall’ultima ricerca di idealo – portale internazionale leader in Europa nella comparazione prezzi. L’aumento delle intenzioni di acquisto online ha spiegazioni anche nella nascita e crescita, nell’ultimo anno, di molte nuove enoteche digitali

  • Spesa online: ecco la top 10 delle categorie di prodotti più acquistati nel 2020

    A rilevarlo è il Report Annuale di Everli che nel 2020 ha registrato un incremento a tripla cifra (+208%) degli acquisti online (da sito e via app) rispetto all’anno precedente.

    19/01/2021 10:57

    Secondo i dati di Everli relativi all’anno ormai alle spalle, la top 10 dei prodotti più acquistati dagli italiani è cambiata sensibilmente rispetto a quanto segnalato nel 2019. Sale infatti al primo posto la categoria frutta e verdura, spodestando formaggi, salumi e gastronomia che scendono in quarta posizione; seguono sul podio i prodotti per colazione, dolciumi e snack (2°) e al terzo posto latte, burro e yogurt.

  • Spesa alimentare: "slow cooking" sarà tendenza vincente anche per il 2021

    Sarà predominante nei prossimi 12 mesi la nuova strategia degli italiani che per spendere meno acquistano più ingredienti di base e meno piatti pronti con l'obiettivo anche di difendere qualità e salubrità del proprio cibo spesso cucinandolo da sè

    04/01/2021 17:01

    Dopo 12 mesi (e un Natale) positivo, previsioni negative per le vendite 2021 della Gdo. Secondo un'indagine coop e Nomisma, quest'anno, con il graduale esaurirsi della emergenza sanitaria, si stima una flessione del fatturato della rete fisica della grande distribuzione del 2,6% (-1,6% se si considera anche l'e-commerce). I punti piu' critici, stando ai manager della filiera alimentare sono soprattutto la minaccia della crisi economica e dei suoi effetti negativi sulla domanda finale (il 27% prevede un calo negli acquisti di prodotti alimentari o del largo consumo). Andamento in controtendenza nella rete fisica solo per discount (+1,8%), specialisti drug (+2,9%).

  • Consumi: nella settimana di Natale vendite alimentari +20%

    Trend in discesa invece per panettoni e pandori: in calo rispetto all'anno precedente forse soppiantati da altri dolci più sfiziosi

    30/12/2020 17:34

    Le vendite di prodotti alimentari hanno registrato una performance in generale molto buona nella settimana di Natale registrando mediamente circa un + 20%. E il settore prevede di replicare lo stesso trend anche per Capodanno. Lo fa sapere in una nota Donatella Prampolini, presidente Fida Confcommercio e vicepresidente di Confcommercio Nazionale, illustrando la fotografia dei primi consuntivi di Natale e dell'andamento delle vendite di prodotti alimentari per il cenone di Capodanno

  • Feste di Natale: spesa alimentare da 3,5 mld per i 5 tradizionali appuntamenti a tavola

    Cna, lo scorso anno per Vigilia di Natale, Natale, Santo Stefano, San Silvestro, Capodanno l'importo è stato di 4,5 mld

    24/12/2020 11:10

    Dovrebbe superare i 3,5 miliardi l’importo complessivo della spesa alimentare nazionale per i cinque tradizionali appuntamenti a tavola del periodo a cavallo tra fine 2020 e inizio 2021: Vigilia di Natale, Natale, Santo Stefano, San Silvestro, Capodanno. Un periodo che l’anno scorso ha fatturato gastronomicamente oltre 4,5 miliardi. Il calo previsto, quindi, sarebbe di poco inferiore a un quarto del totale raggiunto nel 2019/2020. Il pranzo di Natale e il cenone del 31 dicembre rappresentano invece una perdita secca di circa un miliardo per le attività di ristorazione che resteranno chiuse dal 24 dicembre al 6 gennaio.

  • Spumanti, birra e aperitivi: aumento dei consumi a doppia cifra della spesa

    Nei primi 9 mesi dell'anno la crescita per i tre prodotti va dal 10 al 12% secondo indagine Ismea-Nielsen

    18/12/2020 18:04

    Trend in salute per le bevande alcoliche in Italia: nei primi 9 mesi dell'anno spumanti, birra e aperitivi hanno registrato, secondo l'indagine Ismea-Nielsen, un aumento dei consumi a doppia cifra della spesa, rispettivamente del 12,1%, 11,1% e 10,5%. Positiva anche la performance della domanda per i vini fermi che ha fatto segnare un aumento del 7%. Complessivamente i dati indicano un incremento della spesa domestica in valore del 7% rispetto ai primi nove mesi del 2019, dopo il +9,3% messo a segno nel primo semestre del 2020.

  • Natale: il cibo si conferma il regalo più gettonato

    Emerge da un'indagine di Confcommercio sui consumi nel periodo di festa. La spesa complessiva è calata del 18%

    12/12/2020 15:49

    Restano al top delle preferenze anche per il Natale 2020 i generi alimentari confermandosi la tipologia di regalo più diffusa: il 68% dei rispondenti ha affermato che effettuerà un regalo di questo genere; seguono giocattoli (51,2%), libri ed ebook (47,2%), abbigliamento (45%) e prodotti per la cura della persona (36%). Emerge da un'indagine di Confcommercio sui consumi di Natale.

  • "Caro-panettone", costo lievitato aumenta del 5%

    A rilevarlo un'indagine realizzata dall'Osservatorio Federconsumatori, che monitora i costi, ma anche le scelte e le preferenze degli italiani in relazione ai dolci che verranno consumati sulle tavole natalizie

    05/12/2020 15:48

    Panettoni e pandori non mancheranno sulle tavole degli italiani, nemmeno in tempo di pandemia: i costi aumentano mediamente del 5% rispetto al 2019. Lo rileva un'indagine realizzata dall'Osservatorio Federconsumatori, che monitora i costi, ma anche le scelte e le preferenze degli italiani in relazione ai dolci che verranno consumati sulle tavole natalizie. Seppure queste festivita' saranno particolari e piu' solitarie, sulle tavole degli italiani non mancheranno il pandoro e il panettone. Oggi in commercio esistono numerose varianti di questi dolci, ma in vetta alle preferenze degli italiani vi sono sempre il pandoro classico e il panettone ambrosiano: 1 famiglia su 4 acquista la versione tradizionale, immediatamente seguita dalle versioni al cioccolato (1 su 6).

  • Cibo low cost: i discount alimentari fanno segnare un balzo del +12,9%

    La situazione che – sottolinea la Coldiretti – evidenzia le difficoltà in cui si trovano le famiglie italiane che per risparmiare orientano le proprie spese su canali a basso prezzo e su beni essenziali come cibi e bevande, nel tempo del Covid

    04/12/2020 21:08

    Volano gli acquisti di cibo low cost con i discount alimentari che fanno segnare un balzo del +12,9% nelle vendite rispetto allo scorso anno. E’ quanto emerge da una analisi Coldiretti divulgata in occasione della diffusione dei dati Istat sul calo del commercio al dettaglio nel mese di ottobre. Una situazione che – sottolinea la Coldiretti – evidenzia le difficoltà in cui si trovano le famiglie italiane che per risparmiare orientano le proprie spese su canali a basso prezzo e su beni essenziali come cibi e bevande, nel tempo del Covid.

  • Natale e Capodanno: Fipe, senza cene danno da 720 milioni

    Lo stop a bar e ristoranti alle 18 il 25 e 31 dicembre- denuncia la Federazione italiana pubblici esercizi- non ha alcun senso né motivazione scientifica

    29/11/2020 10:04

    Fipe lancia l’allarme su un eventuale stop alle attività di ristorazione per Natale e Capodanno. Lo scorso anno 4,9 milioni di italiani- segnala la Federazione italiana pubblici esercizi- hanno trascorso il 25 dicembre in uno degli 85mila locali aperti per l’occasione, spendendo 270 milioni di euro in tutto. A questi vanno aggiunti 445 milioni di euro spesi a Capodanno da 5,6 milioni di persone per il cenone, per un totale di quasi 720 milioni di euro.

Pagina 1 di 90

Naviga tra le pagine

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6
  7. 7
  8. 8
  9. 9
  10. 10
  11. 11
  12. 12
  13. 13
  14. 14
  15. 15
  16. 16
  17. 17
  18. 18
  19. 19
  20. 20

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Cristina Cattaneo e Daniela Gazzini, sesto centro profesionale. Aprono Le Serre - Botanical Garden Restaurant

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno

AgroSpeciali