Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » L'indirizzo

L'indirizzo

  • Gialle&Co, l'interpretazione italiana delle baked potatoes

    Aperto a Milano, in zona Moscova, il ristorante interamente dedicato alla patata cotta al forno. Nel menù quindici ricette signature e altre stagionali ideate dallo chef Andrea Vigna a un prezzo che non supera gli 11 euro

    05/11/2017 12:45

    Un vero e proprio tempio della patata. Insomma una mecca per gli amanti della tipica baked potato inglese rivisitata in chiave italiana. Milano, città candidata a diventare capitale del food, si fregia di un’altra chicca ristorativa nel pieno centro abitativo Gialle&Co (Via A. Volta, 12), primo locale del capoluogo lombardo dedicato interamente alla patata cotta al forno e declinata in quindici ricette signature e altre stagionali ideate dallo chef Andrea Vigna. Nel menù si possono scegliere le Fishytariane oppure le Veggytariane, le Meatariane o le Vegane, per fare qualche esempio e il tutto a un prezzo che va dai 7 euro e non supera gli 11.

  • 28 Birreria Gastronomica: nuovo format per i beer lovers

    Caulier e Toccalmatto uniscono le forze per rilanciare il locale romano presente nella zona di Ponte Milvio. Saranno proposte venti birre e sei guest a rotazione

    04/11/2017 15:23

    In un solo colpo due birre di diversa origine e dal pedigree importante al posto di una sola nella stessa location. L’occasione è ghiotta e sicuramente da non perdere. L’opportunità la offre la città di Roma con 28 Birreria Gastronomica (Via Flaminia, 525), locale nelle vicinanze di Ponte Milvio che ha favorito l’incontro sinergico di due brand di livello della birra: il belga Caulier e il parmense Toccalmatto. La collaborazione, nata all’insegna del volere far perdurare l’indipendenza commerciale dei due marchi, ha generato per la Capitale un restyling del format ristorativo che garantirà una maggiore promozione al settore delle birre

  • Exquisitaly: viaggio gourmet lungo la penisola della pizza

    Il locale polifunzionale di piazza San Bernardo a Roma propone una personale interpretazione romana della pizza dedicata alle città italiane

    02/11/2017 15:17

    Vale il prezzo soltanto per l’idea di andare di città in città fantasticando di trovarsi in pochi minuti a Bolzano, Venezia oppure a Napoli e Bari, per citare alcune località. La formula di viaggio è croccante e tonda e il tragitto è accompagnato da ingredienti rigorosamente territoriali. Il mezzo di trasporto è invece la pizza di Exquisitaly, il locale polifunzionale di piazza San Bernardo 99 a Roma, che ha ampliato la sua offerta gastronomica con una nuova linea di produzione dedicata a una personale interpretazione della più “verace” tradizione romana: una pizza morbida ai bordi e croccante alla base. Artefice di un viaggio gourmet lungo la penisola è Rodolfo Mazzei

  • Forte, la Calabria in un piatto

    A Roma, nella zona della Tiburtina, apre la gastronomia dedicata ai prodotti e alla cucina della punta dello Stivale. Nel menù taglieri, fritti, bruschette e portate tipiche del territorio

    23/10/2017 14:28

    Vietato sbagliare. ‘Nduja e altre tipicità locali della Calabria hanno un solo indirizzo da oggi a Roma: Via Giuseppe Marcotti, 20. Foodies, gastrofighetti e appassionati di buona cucina sono quindi avvisati. Perseverare nell’errore sarebbe diabolico. La cosa più semplice da fare, se si vorranno quindi degustare i sapori autentici della punta dello Stivale, sarà quello di scegliere Forte, gastronomia, nata dall’amore di Giuseppe Marturano per la sua terra di origine. Il laboratorio, con habitat nella zona della Tiburtina e definito così dal proprietario con alle spalle altri progetti di ristorazione, propone tradizioni agricole e artigianali che difficilmente scavallano i confini regionali.

  • Flora Restaurant, atmosfera romana. Sapori napoletani

    All'interno del Rome Marriott Grand Hotel prende il via la cucina dello chef partenopeo Raffaele de Mase. Menù mediterraneo con un'attenzione alle tendenze internazionali

    19/10/2017 16:18

    Lontano dai locali di tendenza degli ultimi tempi. Fedele alla storia e alla leggenda che lo avvolge. Di qua sono passati infatti personaggi del calibro Richard Nixon, Paul Getty, Christian Barnard, Joan Crawford, Cassius Clay e Federico Fellini. La location è quella del Flora Restaurant (Via Vittorio Veneto, 191), nuova isola del gusto gourmet con sede all’interno del Rome Marriott Grand Hotel Flora, struttura alberghiera con habitat nell’indimenticata strada della Dolce vita romana, Via Veneto. Il ristorante, guidato dallo chef Raffaele de Mase e realizzato con la consulenza di Maurizio Cortese, ha il suo filo conduttore nella città di Napoli: sia il cuoco responsabile della brigata che la “Salvatore Naldi Group” , proprietaria dell’ edificio in stile liberty che ospita il ristorante, sono made in Naples al 100 per cento.

  • Officina, da pub a ristorante senza passare dal via

    A Roma il locale dei fratelli Arcangeli cambia vita proponendo una cucina di qualità mantendendo ben saldi le proprie radici e introducendo una pizza d'autore

    16/10/2017 17:10

    Da pub a ristorante- pizzeria senza cambiare pelle. A cambiare marcia a Roma sono i fratelli Alfredo e Mario Arcangeli che con il pallino delle automobili e di tutto quello che gira intorno al mondo dei motori hanno rinnovato il loro Officina (Via Populonia, 19) con l’aiuto e l’esperienza di Marco Lungo, esperto del settore e creatore di un impasto fatto di solo grano italiano e di un prefermento, la Biga Lungo, che conferisce caratteristiche di fragranza, scioglievolezza ed aromi simili all'impiego di una pasta madre, riducendo quasi a zero l'uso del lievito. Il locale, presente nella zona dell’Appio Latino da alcuni anni e organizzato in due sale comunicanti con in primo piano pezzi di vetture tramutati in tavoli e posti a sedere, è di 180 metri quadri per un totale di circa ottanta posti a sedere tra interno ed esterno.

  • L'Ile Douce, omaggio francese allo skyline di Milano

    Apre nel quartiere Isola del capoluogo meneghino la pasticceria gourmet d’ispirazione transalpina. Proposti in 120 metri quadrati torte, mignon, macarons, croissant preparati dal pastry chef Fabrizio Barbato

    13/10/2017 14:35

    Ha sangue del Sud Italia, ma è un omaggio a Milano e alla pasticceria francese. La novità meneghina in fatto di dolci si chiama L'Ile Douce (via Porro Lambertenghi, 15). La sua leccornia vincente ha un decoro esclusivo che richiama l’inconfondibile skyline milanese con una composizione fatta di bavarese al pistacchio, aspic di champagne rosè, litchi e petali di rosa. Il suo nome naturalmente è Ile Douce, individuato anche per omaggiare il quartiere Isola dove si trova il locale di 120 metri quadrati. Ideatori e fondatori di questa nuova meta del gusto sono dei giovani imprenditori del beneventano, Fabrizio Barbato, pastry chef con una laurea in legge ed un passato al Boscolo Hotel di Milano, al ristorante stellato Kresios di Telese (Benevento) e con grandi maestri quali Iginio Massari, Luigi Biasetto e Sal de Riso

  • Fryttatì, il modo migliore per conoscere la cucina di Napoli

    Nel pieno centro di Roma, a due passi da Piazza Navona, è proposta in dieci tipologie la frittatina di pasta rivisitata in chiave moderna

    03/10/2017 16:43

    L’odore e i sapori si sentono già dalla strada e trovarlo non può essere un problema. La location scelta è infatti nelle zona storica tra le più amate della città, a due passi dalla centralissima Piazza Navona e vicina a tutte le bellezze di Roma. Insomma il giusto posto per un prodotto ricco di storia e tradizione: è nato a Roma Fryttatì (Via dei Coronari, 185/186), locale street food che mette al centro il made in Naples attraverso la frittatina di pasta, ricetta e abitudine culinaria napoletana di lungo corso e proposta in maniera gourmet mediante dieci tipologie

  • Doppio, “pecora nera” di qualità nel cuore di Trastevere

    Nel verace rione capitolino lo chef stellato Giuseppe Di Iorio apre il ristorante dove il km 0 sfida la cucina popolare del quartiere

    19/09/2017 13:28

    Atipico perché non è verace come richiede il quartiere dove è nato. Curato nel gusto, nell’arredamento e nel bel servizio dei piatti serviti tanto da portare in confusione il turista e lo stesso romano che sceglie Trastevere per trascorrere una sera da “mangia e bevi” tipicamente e assolutamente capitolina fatta di ricette della tradizione. Insomma una vera “pecora nera” nel cuore delle strade della città eterna che trasudano romanità in ogni angolo di via del rione. Tutto questo è Doppio (Via Natale del Grande 42), creatura dello chef stellato Giuseppe Di Iorio che ha offerto la propria consulenza e del proprietario Fabrizio Agostini, che ha deciso di aprire, insieme a Maurizo Pontillo e Rinaldo Ruffini e a due passi da Piazza San Cosimato, un ristorante che già profuma di stella

  • Beef Bazaar, trincea carnivora per i fondamentalisti della carne

    Nella Capitale apre il ristorante esclusivamente dedicato alle carni del mondo. Nel menù piatti internazionali con un'attenzione al made in Italy

    08/09/2017 17:14

    Un’isola felice per carnivori in via di estinzione. Nella Capitale dopo l’aumentare di innumerevoli ristoranti, bistrot, tavole calde nelle quali la parole veg, vegetariano e termini similari sono all’apice dei loro menù insieme all’obbligatorio gluten free apre un posto da fare rabbrividire tutti gli amanti dei pranzi e delle cene ecosostenibili, dei km 0 e delle diete salutari fatte solamente di alimenti autorizzati dall’ Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) o scelti perchè indicati semplicemente da gastrofighetti di turno o da autorevoli critici gastronomici: parliamo di Beef Bazaar (via Germanico 136), ristorante del quartiere Prati di 700 metri quadrati nato sulle ceneri di un ex negozio di sport capace di garantire qualità alimentare e beverage di livello in un contesto di pietanza internazionale con una carne allevata e macellata oltralpe e oltreoceano proveniente dall'Argentina, Australia, Stati Uniti e Giappone proposta al sangue, alla griglia o come meglio la si desidera.

Pagina 1 di 14

Naviga tra le pagine

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6
  7. 7
  8. 8
  9. 9
  10. 10
  11. 11
  12. 12
  13. 13
  14. 14

Cerca

Multimedia

  • video

    A Pasqua arriva la colomba al Parmigiano Reggiano di Claudio Gatti

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    ‘Chef Ma Non Troppo’, Fede&Tinto raccontano “L’Italia in Cucina”

AgroSpeciali