Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Filiera Corta » Cala il consumo di latte fresco

Filiera Corta

Cala il consumo di latte fresco

Un’indagine presentata a Roma al summit "Milk in progress" segnala che gli italiani preferiscono yogurt e probiotici

In Italia si consuma sempre meno latte fresco. La conferma arriva da un’indagine presentata a Roma al summit "Milk in progress", progetto promosso da Sivar e Pfizer Animal Health. Il report segnala che gli italiani preferiscono yogurt e probiotici (il 40% del mercato) e formaggi freschi e molli.

Allo stesso tempo – viene spiegato- la spesa media della famiglia italiana in un anno è di circa 106 euro per il latte e 243 per il formaggio. Entrando nel dettaglio l’analisi per zone geografiche vede un consumo del latte al Nord-Ovest e al Nord-Est in calo rispettivamente del 15% e del 7% rispetto alla media nazionale, il Centro e la Sardegna un 4% in più mentre il Sud si attesta a un più 15%.

Segno negativo anche per i formaggi al Nord che ne consuma il 5% in meno, il Centro l`11% in meno e il Sud un buon 17% in più rispetto alla media nazionale.

Male anche l`acquisto del burro, resistono i prodotti Dop (come parmigiano, grana, mozzarella di bufala, gorgonzola). Il consumo procapite di latte alimentare è attorno a 61 litri l`anno, il consumo dei formaggi è di circa 23 kg all`anno e quello di burro solo 3 kg, con un trend in ribasso.

in data:14/10/2010

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion