Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » Bar e pub scelgono i pagamenti digitali per delivery e take away: +55% di transazioni nella prima settimana di Fase 2

Agronews

Bar e pub scelgono i pagamenti digitali per delivery e take away: +55% di transazioni nella prima settimana di Fase 2

Nella Fase 2 i pagamenti digitali si configurano come l’asset principale nella ripresa delle attività di bar e pub. Dato che nella quasi totalità del territorio nazionale rimangono ancora vietati il servizio al tavolo o al bancone, gli esercizi si sono attrezzati con delivery o piatti e bevande da asporto in modalità take away.

In questa prima settimana di riapertura, per servire quante più persone possibile mantenendo le distanze e garantire la sicurezza, è stato fondamentale per i gestori di bar e pub mettere a disposizione dei propri clienti i pagamenti cashless. A dimostrarlo sono i dati:SumUp , fintech specializzata in lettori di carte portatili e soluzioni di pagamento per PMI e piccoli commercianti, ha registrato dal 4 al 10 maggio un aumento del 55% delle transazioni digitali per questi esercizi commerciali

in data:13/05/2020

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    "Un americano a Roma" ispira menu di Luce, ristovilla capitolina

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno