Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » Bocuse d’Or Europe: sarà lo chef Alessandro Bergamo a guidare il team italiano

Agronews

Bocuse d’Or Europe: sarà lo chef Alessandro Bergamo a guidare il team italiano

L’Italia volerà alla finale europea di Tallinn del Bocuse d’Or Europe (28-29 maggio) insieme al team di Alessandro Bergamo, sous chef di Carlo Cracco che si è aggiudicato la vittoria con Lorenzo Alessio (coach) e Francesco Tanese (commis); questo il verdetto della Selezione Italiana Bocuse d’Or Italia che si è svolta presso la Apro Accademia Alberghiera di Alba (CN), che ha ospitato l’evento organizzato da Bocuse d’Or Italy Academy.

Il verdetto finale è stato determinato da una valutazione tecnica, di abbinamenti, sapore delle preparazioni, caratteristiche organolettiche del piatto, equilibrio e qualità del cibo proposto, sotto l’occhio attento di Enrico Crippa (Piazza Duomo***, Alba), Carlo Cracco (Ristorante Cracco, Milano) e Luciano Tona - rispettivamente Presidente, Vicepresidente e Direttore della Bocuse d’Or Italy Academy, da una giuria di degustazione composta da Chef provenienti da tutta Italia, oltre che da una giuria tecnica.

Tre i team in gara che oggi, in 5 ore e 35 minuti, hanno realizzato e presentato due piatti con ingredienti principe, quali il coniglio grigio di Carmagnola e la salsiccia di Bra dei rispettivi Presìdi Slow Food, lo sgombro del Mediterraneo e il carciofo di Sicilia. Alessandro Bergamo ha vinto presentando una roulade di coniglio, sfogliatella di rapa agli agrumi con semi di senape fermentati, salsiccia di Bra, mela e rapa al Martini, tartelletta topinambur e caffè, rillette di coniglio in sfoglia di patate e semolino; una terrina di sgombro con salsa all’aceto di scalogno e aneto, purea di carciofo e Cynar, tartelletta broccolo e nasturzio, raviolo di rapa, patata e frutto della passione.

 

in data:29/01/2020

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion