Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » Capodanno: tradizione batte l'etnico. Spesa da 2 miliardi per la notte di fine anno

Agronews

Capodanno: tradizione batte l'etnico. Spesa da 2 miliardi per la notte di fine anno

Sara' tripudio di bollicine italiane, vere autentiche superstar dei cenoni con oltre 70 milioni di tappi

Roma- Gli italiani spenderanno 2 miliardi per imbandire le tavole per il cenone di Capodanno. Spesa in linea con il 2018. Ci si aggrappa alla tradizione e un italiano su due aspettera' a casa il rintocco delle mezzanotte per salutare il 2020. Per il quinto anno di fila sara' sold out per la lenticchia di Castelluccio di Norcia a dimostrazione che gli italiani tengono alle tradizioni e alla scaramanzia. E' quanto emerge da un'indagine condotta dal Centro Studi di Confcooperative.

I cenoni esalteranno le eccellenze dell'agroalimentare Made in Italy. Saranno 5 su 10 gli italiani che aspetteranno a casa il rintocco della mezzanotte per brindare al 2020. Sara' tripudio di bollicine italiane, vere autentiche superstar dei cenoni con oltre 70 milioni di tappi, tra Natale e Capodanno, pronti a saltare da bottiglie di spumante e prosecco Made in Italy.

Per il menu' di San Silvestro, spiega Confcooperative, la tradizione vince sulla cucina etnica, in pole position le eccellenze del Made in Italy: vongole e frutti di mare per i primi piatti (90 milioni di euro); pesce per i secondi piatti (380 milioni di euro); carne, salumi e uova (490 milioni di euro); vini, spumanti e prosecchi (445 milioni di euro);
frutta, verdura e ortaggi (350 milioni di euro). Pasta, pane, farina e olio (195 milioni di euro). Non manchera' il tagliere dei formaggi freschi e stagionati italiani (95 milioni).
Chiudera' il paniere il ricco carrello dei dolci composto da panettone e pandoro in primis, oltre alle tantissime specialita' dolciarie regionali (360 milioni di euro).

in data:31/12/2019