Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » Formaggi Dop: Nuova Castelli cambia casacca. La nuova maglia è francese

Agronews

Formaggi Dop: Nuova Castelli cambia casacca. La nuova maglia è francese

Il gruppo Lactalis Italia Srl annuncia di aver raggiunto l’accordo per l’acquisizione dell’intero capitale sociale della Nuova Castelli SpA, detenuto, per circa l’80%, dal fondo di investimento inglese Chartherhouse Capital Partne

Roma- Avanzano le truppe agroalimentari transalpine in Italia. E ‘ infatti di oggi la notizia che Lactalis ha acquistano Nuova Castelli, società specializzata nei formaggi Dop, tra i quali il Parmigiano Reggiano.  Un altro marchio italiano cambia casacca, andando in particolare ad aumentare la pattuglia francese, vincente da qualche anno a partire dall’acquisto di Parmalat. In una nota il gruppo Lactalis Italia Srl annuncia di aver raggiunto l’accordo per l’acquisizione dell’intero capitale sociale della Nuova Castelli SpA, detenuto, per circa l’80%, dal fondo di investimento inglese Chartherhouse Capital Partner.

Nuova Castelli  opera con 13 siti di produzione in Italia e 3 all’estero e nel 2018 ha realizzato un fatturato di 460 milioni di euro, dei quali circa il 70% grazie all'esportazione. I brand più noti all'interno sono Castelli, Mandara e Alival.  Lactalis, si legge nella nota, accresce la sua posizione in Italia con una organizzazione di oltre 5.500 collaboratori e 29 siti di produzione. L'acquisizione è soggetta alle approvazioni delle competenti Autorità regolamentari.

in data:30/05/2019

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion