Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Filiera Corta » Gli Usa strappano alla Francia la leadership nel consumo di vino

Filiera Corta

Gli Usa strappano alla Francia la leadership nel consumo di vino

Nel 2013 gli americani hanno bevuto 29,1 milioni di ettolitri, lo 0,5% in piu' rispetto al 2012, lasciando il secondo posto ai transalpini con 28 milioni di ettolitri, 2,1 milioni di ettolitri in meno rispetto all'anno scorso. Terza in classifica l'Italia

Roma- Gli Stati Uniti salgono sul gradino più alto del podio per il consumo di vino e strappano la leadership alla Francia. E’ quanto emerge dagli ultimi dati della International Organizations of Vine and Wine (Oiv). Nel 2013 gli statunitensi hanno bevuto 29,1 milioni di ettolitri di vino, lo 0,5% in piu' rispetto al 2012, lasciando il secondo posto alla Francia con 28 milioni di ettolitri, 2,1 milioni di ettolitri in meno rispetto all'anno precedente. Resta al terzo posto l'Italia, con 21,7 milioni di ettolitri (800 mila ettolitri in meno rispetto al 2013), seguita dalla Germania con 20 milioni di ettolitri.

Al quinto posto la Cina (17 milioni di ettolitri), dove pero' il mercato ha subito una flessione del 3,8%. "La rapida crescita del mercato degli ultimi anni sembra aver raggiunto una fine improvvisa", sottolinea l'Oiv. Consumi in calo anche in un altro importante paese produttore, la Spagna, con 9,1 milioni di ettolitri, 200 mila in meno in confronto all'anno scorso.

In tutto il mondo, nel 2013 sono stati consumati 238,7 milioni di ettolitri di vino, l'1% in meno in confronto all'anno precedente. "In paesi come la Francia, l'Italia e la Spagna, le persone erano solite bere molto vino ma le abitudini di consumo sono cambiate", ha spiegato il direttore generale dell'Oiv, Jean-Marie Aurand, "negli Stati Uniti e' diverso e stanno partendo da livelli pro capite piu' bassi, quindi hanno una tendenza a consumare sempre di piu', soprattutto vino di qualita'".

 I francesi continuano comunque a superare gli Usa nel consumi di vino pro capite: oltre una bottiglia a settimana, sei volte gli americani. Il primato mondiale, pero', secondo i dati del californiano Wine Institute, spetta al Vaticano.

in data:15/05/2014

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion