Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » In Perù la sesta edizione di Sol d’Oro Emisfero Sud

Agronews

In Perù la sesta edizione di Sol d’Oro Emisfero Sud

È il Perù ad ospitare quest’anno Sol d’Oro Emisfero Sud. L’edizione del concorso oleario di Veronafiere dedicato agli oli extravergine di oliva di qualità prodotti al di sotto dell’equatore si svolgerà dal 22 al 27 settembre a Tacna, prima regione olivicola del paese, mentre la proclamazione dei vincitori è in programma a Lima nell’ambito di Expoalimentaria, la più importante fiera alimentare dell’America Latina.

Organizzato da Veronafiere, che da oltre vent’anni è impegnata nella promozione della competizione Sol d’Oro per la valorizzazione dell’olio extra vergine d’oliva, dal 2014 raddoppia in Emisfero Nord (in programma ogni anno a Verona) ed Emisfero Sud (itinerante nelle regioni olivicole sotto l’Equatore), si avvale in Perù della collaborazione di ProOlivo e PromPerù, l’organismo del Ministero del commercio estero peruviano che si occupa della promozione dell’export e del turismo nazionali.

In Perù l’olivicoltura ha una tradizione che risale alla dominazione spagnola iniziata con la scoperta dell’America. Al declino del 1700 è seguita la ripresa nella seconda metà del secolo scorso, proseguita con investimenti in termini di superfici e nel miglioramento della qualità in questo scorcio di secolo. Attualmente il Perù, con circa 10mila ettari di oliveti, 8500 dei quali destinati alla produzione di olio, è il quarto produttore e anche il quarto esportatore del Sudamerica.
La vocazione all’export contraddistingue tutti i Paesi produttori dell’America Latina, che stanno progressivamente aumentando le proprie produzioni in funzione principalmente del ricco, e vicino, mercato nordamericano. I consumi nei vari Paesi, invece, sono molto limitati sia per l’abitudine a utilizzare oli di semi sia per il costo dell’olio di oliva, non in linea con lo standard economico dei consumatori locali.

in data:16/09/2019

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion