Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » Indigenti, bando di gara per la fornitura di oltre 6,2 milioni di kg di polpa di pomodoro

Agronews

Indigenti, bando di gara per la fornitura di oltre 6,2 milioni di kg di polpa di pomodoro

“A distanza di pochi giorni dal primo bando per la farina, Agea- annuncia la ministra delle politiche agricole alimentari e forestali Teresa Bellanova-   ha provveduto ad emanare un secondo bando di gara per la fornitura di oltre 6,2 milioni di chilogrammi di polpa di pomodoro per il sostegno alimentare agli indigenti.
Viene utilizzata così la dotazione del Fondo nazionale, seguendo- prosegue la ministra-  le indicazioni del Tavolo del Mipaaf con gli enti caritativi. Sono forniture che garantiscono l’accesso al cibo a milioni di persone, attraverso le mense o la consegna di pacchi alimentari. È uno strumento che abbiamo ulteriormente rafforzato con la legge di bilancio e sul quale sappiamo che dobbiamo impegnarci di più. Il lavoro degli enti, con migliaia di volontari in tutta Italia, rappresenta un modello virtuoso sul quale l’Italia fa scuola nel mondo.

La sfida del 2020- conclude- è aumentare le donazioni dei privati al fondo nazionale e recuperare le eccedenze, impedendo lo spreco alimentare e dando assistenza concreta ai più poveri. Un terzo del cibo prodotto viene sprecato, non possiamo permetterci di rimanere fermi senza agire. Per questo dobbiamo attuare fino in fondo la Legge Gadda”.

Il bando segue il primo emanato nei giorni scorsi per la fornitura di 3 milioni di chilogrammi di farina.

in data:30/12/2019

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion