Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Cucino io » Migliaccio Napoletano

Cucino io

Migliaccio Napoletano

Migliaccio Napoletano

Ingredienti

400 gr di ricotta, 6 uova, 350 gr di zucchero, 5 bustine di vanillina, 4 fialette di aroma"fiori d'arancio" , 1/2 litro di latte, un quarto di acqua, 100 gr di semola, 1 noce di burro, cedro canditio in cubetti

Preparazione

Far cuocere la semola a fuoco dolce, con il latte, l'acqua, il burro, un pizzico di sale lo zucchero, la vanillina ed le fialette di fiori d'arancio, finché non sarà bene addensata, rigirare sempre durante tutta la cottura con un cucchiaio di legno, o, con una forchetta all'estremità della quale, avrete messo mezzo limone, il composto deve addensarsi bene ma deve essere liscio e senza alcun grumo, togliere dal fuoco e far affreddare bene, intanto, battere le uova con la ricotta,devono amalgamarsi bene bene, quando la semola è fredda, unirla alla ricotta, unire il cedro, e il bicchierino di liquore, il tutto deve risultare ben incorporato, imburrare una teglia tonda e versare il composto, il migliaccio ha una cottura lenta, di circa due ore, deve essere cotto a 180 gradi e la sua superficie deve essere scura, bruna, ma non deve avere il sapore di bruciato, quando è freddo, si spolverizza con un pò di zucchero, ma attenzione a non usare quello a velo, ci vuole lo zucchero normale.

in data:10/04/2011

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    "Un americano a Roma" ispira menu di Luce, ristovilla capitolina

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno