Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » Negli Usa il riscatto delle Fettuccine Alfredo. Pronta iniziativa in difesa dell'autentica ricetta

Agronews

Negli Usa il riscatto delle Fettuccine Alfredo. Pronta iniziativa in difesa dell'autentica ricetta

Promotore è Mario Mozzetti, tra i proprietari di Alfredo alla Scrofa. Intanto nella Capitale, dopo l'emergenza, apre "Piazzetta Alfredo"

Roma-  E’ soltanto posticipato il progetto di fare verità sulle “Fettuccine Alfredo” negli Stati Uniti. L’iniziativa doveva iniziare con un incontro il 26 marzo a New  York da Eataly, ma poi, come dice Mario Mozzetti, proprietario a Roma insieme a Veronica Salvatori, del centrale storico ristorante romano “Alfredo alla Scrofa”, la pandemia ha bloccato tutto. La voglia però di fare luce sulla ricetta autentica dell’iconico piatto, ormai molto comune nei ristoranti italoamericani americani e simbolo di "italianità, è forte.

L’idea è quella, una volta per tutte, è di mettere fine alla variante a stelle e strisce molto lontana dalla ricetta originale di Alfredo Di Lelio con una formula americana che prevede l'uso di panna in sostituzione del burro cremoso previsto originariamente e occasionalmente anche altri ingredienti, come broccoli o petto di pollo, che poco o nulla hanno a che fare con l'autenticità della ricetta. Intanto in attesa ribadire che le uniche “Fettuccine Alfredo” sono condite solo con burro e parmigiano, Mario Mozzetti, nel periodo del lockdown, ha lanciato la “Salsa Alfredo” con un vasetto da 200 grammi disponibile con acquisto online per un progetto finalizzato ad essere commercializzato sia sul mercato interno che estero. 

Ma le novità non finiscono qua. Con la riapertura dei locali, a termine dell’emergenza sanitaria,  il ristorante "Alfredo alla Scrofa" si ripresenta al suo pubblico con uno spazio esterno, "Piazzetta Alfredo" (una decina di tavoli), e un cambio alla guida della cucina oltre ad aprire presto una piccola scuola di cucina con l’allargamento degli spazi ristorativi. Il nuovo chef è Mirko Moglioni con una proposta che segue le tradizioni regionali con una chiara impronta romana. Non mancano esclusivi cocktail ideati dal restaurant manager Carlo Paragona, ispirati all’estate. 

 

Gia. Pac.

in data:24/06/2020

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    "Un americano a Roma" ispira menu di Luce, ristovilla capitolina

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno