Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » Piace all'estero il dolce italiano. Record storico per le esportazioni, +11%

Agronews

Piace all'estero il dolce italiano. Record storico per le esportazioni, +11%

E' quanto emerge dalle proiezioni Coldiretti su dati Istat relativi ai primi dieci mesi per i prodotti della panetteria, della pasticceria o della biscotteria

Roma- I dolci italiani mettono a segno nel 2019 il record storico nelle esportazioni che hanno raggiunto la cifra di 1,5 miliardi per effetto di un aumento record dell'11%. E' quanto emerge dalle proiezioni Coldiretti su dati Istat relativi ai primi dieci mesi per i prodotti della panetteria, della pasticceria o della biscotteria divulgate in occasione del salone internazionale Sigep a Rimini. Una conferma del successo di un settore in grande crescita che in Italia - sottolinea la Coldiretti - puo' contare su tradizioni, creativita' e materie prime di qualita' che sempre piu' spesso vengono valorizzate nelle ricette anche con accordi di filiera con le aziende agricole.

Tendenze positive anche a livello nazionale dove il surriscaldamento - continua la Coldiretti - fa salire ad oltre 3 miliardi di euro i consumi di gelato nel 2019 che ha fatto registrare temperature di 0,96 gradi superiori alla media del periodo e si e' classificato al quarto posto in Italia fra quelli piu' roventi dal 1800. Rilevante in Italia - continua la Coldiretti - e' anche l'impatto sull'indotto, con l'utilizzo di 220mila tonnellate di latte, 64mila di zuccheri, 21mila di frutta fresca e 29mila di altre materie prime. Va per questo sottolineata - sottolinea la Coldiretti - l'importanza della frutta e del latte freschi italiani nella preparazione del vero gelato dove purtroppo rischiano di prevalere surrogati di bassa qualita'. Da segnalare infatti negli ultimi anni il boom delle agrigelaterie che garantiscono la provenienza della materia prima dalla stalla alla coppetta con gusti che vanno dal latte di asina a quello di capra fino alla bufala. 

in data:18/01/2020

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion