Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Cucino io » Riviera Ligure Dop, pubblicata la domanda di modifica al disciplinare

Cucino io

Riviera Ligure Dop, pubblicata la domanda di modifica al disciplinare

La Commissione europea ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, la domanda di modifica al disciplinare di produzione dell’olio extra vergine a denominazione di origine protetta Riviera Ligure, prodotto nel territorio amministrativo della Liguria.

Si dovranno attendere sei mesi, come da procedura comunitaria, prima di vedere definitivamente riconosciute le modifiche richieste.

Le modifiche, finalizzate a migliorare sia la qualificazione che la descrizione del prodotto finito, riguardano la descrizione del prodotto, il metodo di ottenimento e l’etichettatura.

La denominazione di origine protetta "Riviera Ligure" è accompagnata da una delle seguenti menzioni geografiche aggiuntive: "Riviera dei Fiori", "Riviera del Ponente Savonese", "Riviera di Levante".

Il prodotto deve le sue caratteristiche alle particolari condizioni pedoclimatiche: i fattori ambientali e le cultivar specifiche di questo territorio danno infatti un carattere distintivo all’olio ligure. Questi elementi, cultivar specifiche della Liguria ed ambiente inteso come clima e territorio oltre che la stessa scalarità di maturazione delle olive delle specifiche cultivar liguri, concorrono al profilo dell’olio extra vergine a denominazione di origine protetta Riviera Ligure, caratterizzato dall’equilibrio tra le note dolce e fruttato leggero.

in data:11/11/2010

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion