Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » Starbucks, primo caffè italiano in Cina. La star è il panettiere Princi

Agronews

Starbucks, primo caffè italiano in Cina. La star è il panettiere Princi

L'esercizio, collocato a Shanghai, offrirà ogni giorno prodotti made in Italy preparati al momento. Selezionati 50 ingredienti freschi

Roma- Starbucks aprirà il primo caffè italiano completo di piatti e bevande tipici del made in Italy in Cina: l'iniziativa rientra nella strategia attuata dalla catena di caffè degli Stati Uniti per realizzare un "programma di crescita mirato" a crescere nel Paese, secondo quanto dichiarato dal gigante Usa che aprirà il nuovo negozio a Shanghai. Starbucks, in collaborazione con il panettiere italiano Rocco Princi, si propone di offrire ogni giorno prodotti italiani preparati al momento dai panettieri Princi, come la tradizionale frittata, la focaccia e il tiramisù. Rocco Princi ha selezionato più di 50 ingredienti freschi di provenienza locale per garantire un'autentica esperienza gastronomica italiana nelle diverse stagioni a Shanghai. Il caffè offre un menu che include cocktail di provenienza tricolore come l'Aperol Spritz e vini italiani.

Starbucks ha attualmente più di 3.700 negozi in 158 città della Cina. Rocco Princi ha aperto la sua prima panetteria a Milano nel 1986 e ha negozi a Chicago, New York e Londra. Ha collaborato con Starbucks nel 2016 per diventare l'unico fornitore di prodotti da forno presso gli Starbucks Reserve Roastery in tutto il mondo

in data:16/02/2019

Cerca

Multimedia

  • video

    Food delivery, fatturato a 350 milioni di euro nel 2018, + 69%

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    Il Maestro Pupi Avati evoca la sacralità della tavola e ricorda la centralità del cibo