Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Cucino io » Suppa Cuata (zuppa gallurese)

Cucino io

Suppa Cuata (zuppa gallurese)

Suppa Cuata (zuppa gallurese)

Gavina Braccu - Ristorante Cala Junco - Porto San Paolo (Sassari)

Ingredienti 

500 G di Spianata Sarda Rafferma, 400 G di Formaggio Fresco Vaccino (scamorza), 200 G di Formaggio Pecorino Sardo Grattugiato, 150 Cl di Brodo Di Carne, 1 Manciata di Erbe Miste (prezzemolo, Menta, Timo), 2 Spicchi di Aglio, 1 Pezzetto di Lardo (o Pancetta), 1 Pizzico di Noce Moscata (o Spezie Miste), Pepe

Preparazione

Ungere col lardo o la pancetta sciolti a fuoco basso una casseruola (di coccio se possibile), distribuirvi uno strato di spianata a pezzi, uno di formaggio a fettine, erbe, pecorino, poco aglio, pepe, noce moscata. Proseguire gli strati, fino a esaurimento ingredienti, finendo col formaggio. Punzecchiare la preparazione con uno spiedino, arrivando fino in fondo e allargando leggermente i fori. Bagnate con il brodo bollente e mettete in forno già caldo a 180 gradi per circa 30 minuti. Si deve ottenere una zuppa asciutta, quasi uno sformato, da servire caldo o tiepido. Se piace si può aromatizzare con scorza di limone grattugiata (andrebbe usato il brodo di pecora o di agnello, in sostituzione si può usare un brodo di carni miste - maiale, manzo, gallina - o di un solo tipo, purché saporito) in alcuni casi viene arricchita con uno stufatino (u ghisatu) di carne.

in data:31/12/2010

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion