Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Cucino io » Zuppa Inglese con Castagne Flambé

Cucino io

Zuppa Inglese con Castagne Flambé

Zuppa Inglese con Castagne Flambé

Ingredienti

castagne sciroppate al miele Alpenzu, grappa di Pinot Noir Alpenzu, 200 g. di Pan di Spagna, 200 ml. di panna da montare, 2 cucchiai di zucchero semolato, 3 tazzine di caffe'. Per la crema: litro di latte, 4 tuorli d'uovo, 40 g. di farina 00, 100 g. di zucchero, vaniglia scorza di 1 limone.

Preparazione

Mettete le castagne sgocciolate in un tegame, cospargetele con lo zucchero e irroratele con un bicchierino di Grappa Alpenzu. Date fuoco alla grappa con fiamma viva. Togliete le castagne e mettetele in una ciotola. Versate il caffe' nello sciroppo ottenuto con la cottura delle castagne e utilizzatelo per bagnare il Pan di Spagna. Per la crema portate il latte a bollore con la scorza del limone e la vaniglia. Nel frattempo amalgamate i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto cremoso, quindi aggiungete la farina. Appena il latte bolle versatelo sul composto. Rimettete tutto sul fuoco e cuocete, sempre mescolando, per alcuni minuti. Versate la crema in una ciotola e fatela raffreddare. Montate la panna, (tenetene 2-3 cucchiai da parte) e incorporatela alla crema. Ricoprite la base di 4 coppette con il Pan di Spagna inzuppato, mettetevi sopra le castagne, poi versate la crema; ripetete gli strati. Fate riposare in frigo. Al momento di servire decorate con panna montata, castagne e foglioline di menta.

in data:26/11/2011

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion