Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Di che Dop&Igp sei ?

Bra Dop

Il Bra DOP è un formaggio prodotto con latte di vacca, eventualmente addizionato con piccole aggiunte di latte ovino e/o caprino. Si presenta in due tipologie: tenero e duro. Il tipo tenero ha la crosta elastica e di colore da chiaro a imbrunito. La pasta è bianca fino al paglierino, dal sapore gradevolmente profumato e sapido, con struttura moderatamente consistente ed elastica. Il tipo duro si presenta con una crosta dura, di colore tendente al cuoio. La pasta è di colore giallo paglierino, con un aroma gustoso e sapido, con struttura da consistente ed elastica a dura con il prolungarsi della stagionatura.

Zona di produzione
Si produce nell’intero territorio della provincia di Cuneo, mentre la zona della stagionatura, oltre alla provincia di Cuneo, comprende anche il comune di Villafranca Piemonte in provincia di Torino.

Storia
Deve il suo nome alla località omonima della provincia di Cuneo, capoluogo del distretto di Roero. Questo centro era in passato il luogo principale di stagionatura e smercio di questo formaggio prodotto fin dal 1300, originariamente negli alpeggi di montagna. La sua storia è legata ai margari, coloro che scendevano dalle montagne con le mandrie per svernare nei pascoli affittati del fondovalle cuneese. Dagli Ordinativi Braidesi del 1371 risulta che veniva posta una “stantia sui formaggi: due soldi e due denari su quelli più cari (robiola), un soldo sui “pinguis” (prodotti non stagionati, Bra compreso). Gli imprenditori di Bra dell’epoca acquistavano il “nostrale” dai margari, lo facevano stagionare nelle loro cantine e lo smerciavano un po’ ovunque. Le prime notizie scritte sul nome Bra risalgono solo al 1937 quando venne citato dietro a Toma e Fontina nella classifica dei formaggi maggiormente prodotti in Piemonte.

in data:17/06/2010

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Untitled 53, il cuore oltre l'ostacolo- Patas bravas Rivisitata

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno