Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Grande Distribuzione » Esselunga, trend in crescita del 4,7%

Grande Distribuzione

Esselunga, trend in crescita del 4,7%

Ora il gruppo punta sulla "Scuola dei mestierì" per formare al suo interno panettieri, gastronomi, macellai, sommelier e altre figure professionali

Più che soddisfacente il 2009 per Esselunga. Le vendite per la catena della grande distribuzione sono state pari a 6.056,7 milioni, in crescita del 4,7% rispetto al 2008, e con un utile netto di gruppo di 187,6 milioni, sui livelli dell'anno scorso (188,8 milioni) dopo imposte sul reddito per 113,9 milioni rispetto a 79,5 milioni del 2008.

Il risultato operativo è cresciuto a 325,8 milioni (da 281,5 milioni) e il margine operativo lordo a 444,1 milioni da 415,2 milioni. Gli investimenti netti sono stati di 231 milioni, destinati in gran parte allo sviluppo e all'ammodernamento della rete di vendita. L'indebitamento finanziario netto è sceso 201,5 milioni da 275 milioni di fine 2008.

Sul fronte occupazionale l'incremento degli organici medi rispetto al precedente esercizio è stato di 578 unità. Il ricorso ai contratti atipici, che rappresentano il 3,5% del totale, è diminuito rispetto al 2008 (-26%) e i rapporti di lavoro a contenuto formativo, pari al 7,4% della forza lavoro, sono stati confermati a tempo indeterminato nell'88,4% dei casi.

Esselunga - si legge in una nota - - punta sulla "Scuola dei mestierì" per formare al suo interno panettieri, gastronomi, macellai, sommelier e altre figure professionali Riguardo alle prospettive del 2010, la catena della grande distribuzione guidata da Bernardo Caprotti intende portare avanti la sua politica di riduzione dei prezzi e potenziare il marchio privato, che cresce a doppia cifra, col lancio di nuovi prodotti. «Compatibilmente con le innumerevoli difficoltà burocratiche e amministrative legate alle procedure urbanistiche delle singole amministrazioni competenti», conclude la nota, Esselunga conta di aprire 5 nuovi punti vendita, creando circa 500 nuovi posti di lavoro

in data:30/05/2010

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Untitled 53, il cuore oltre l'ostacolo- Patas bravas Rivisitata

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno