Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Aziende » Gancia potrebbe diventare russa

Aziende

Gancia potrebbe diventare russa

Roma – Un altro marchio del Made in Italy potrebbe diventare di proprietà estera. La storica azienda delle bollicine Gancia, secondo il sito del quotidiano Vedomosti, sarebbe stata comprata per 150 milioni di euro da Rustam Tariko, proprietario della banca e della vokda Russki Standard.

Allo stesso tempo per il quotidiano Kommersant l’annuncio verrà dato entro fine settimana. Dai due organi di stampa precisa se si tratta di un acquisto parziale o totale degli asset di una delle principali case vinicole italiane. Attualmente i prodotti Gancia sono venduti in Russia dalla polacca Cedc, il cui piu' grande azionista recentemente e' diventato Tariko con il 9% del pacchetto. Casa Gancia e' stata fondata nel 1850 da Carlo Hantzsch ed e' sempre appartenuta ai suoi discendenti. Nella gestione dei Gancia ci sono 2 mila ettari di vigneti in Piemonte, Puglia e Sicilia, di cui 30 ettari di proprieta' dell'azienda. Si producono nei suoi stabilimenti spumanti Gancia Asti, Prosecco Valdobbiadene Platinium Gancia.

Intanto da Gancia non sono arrivate ne conferme e ne smentite sull’operazione.

in data:13/12/2011

Cerca

Multimedia

  • video

    Taste of Roma

  • foto

    "L'attacco alle stalle italiane": il ministro alla Salute Beatrice Lorenzin impegnata nell'operazione di mungitura pubblica

  • video

    Nei ristoranti top arriva il menù digitale