Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Unione Europea » Giro di vite sull'import giapponese

Unione Europea

Giro di vite sull'import giapponese

Giro di vite dell’Unione Europea sull'importazione di prodotti alimentari giapponesi dopo la recente tragedia causata dal terremoto e per i noti problemi legati alla centrale nucleare del Paese orientale. I 27 Stati hanno infatti deciso di ridurre i livelli massimi accettabili di iodio radioattivi negli alimenti provenienti dalle prefetture di Fukushima, Gunma, Ibaraki, Tochigi, Miyagi, Yamagata, Niigata, Nagano, Yamanashi, Saitama, Tokyo e Chiba. Il provvedimento è stato comunicato in una nota della Commissione eruopea.

Le misure sono state approvate dal Comitato permanente per la catena alimentare e la salute degli animali. Tutti i prodotti provenienti dalle dodici prefetture, inoltre, dovranno essere testati prima di lasciare il Giappone e sono soggetti a ulteriori test in Europa.

Articoli Correlati

Fazio:"Nessun blocco dei cibi giapponesi"

Bruxelles invita gli Stati dell'Ue ad analizzare i prodotti importati dal Giappone

in data:09/04/2011

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Cristina Cattaneo e Daniela Gazzini, sesto centro profesionale. Aprono Le Serre - Botanical Garden Restaurant

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno