Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Regioni » Il Lazio corre ai ripari. La Giunta stanzia un milione di euro per la batteriosi del kiwi

Regioni

Il Lazio corre ai ripari. La Giunta stanzia un milione di euro per la batteriosi del kiwi

Stanziati dalla Giunta regionale del Lazio un milione di euro in favore degli imprenditori agricoli alle prese con la batteriosi del kiwi. E’infatti stato approvato il programma regionale di intervento contributivo riferito a estirpazioni o capitozzature di piante di actinidia colpite da cancro batterico del kiwi e il relativo bando pubblico per la presentazione delle domande.

''Con l'approvazione del programma regionale - ha spiegato l’assessore all’Agricoltura Angela Birindelli - abbiamo previsto un finanziamento di 1 milione di euro per le imprese agricole colpite dalla batteriosi del kiwi. Si tratta di risposte concrete alle difficoltà delle migliaia di agricoltori della nostra Regione che e' il primo produttore nazionale del settore''.

Dello stanziamento previsto 800 mila euro sono riservati alle imprese agricole che hanno effettuato estirpazioni o 'capitozzature' di piante definitivamente messe a dimora, mentre i restanti 200 mila euro sono destinati alle imprese vivaistiche che hanno effettuato estirpazioni e distruzione di materiale vivaistico.

Le domande dovranno essere presentate, entro e non oltre le ore 12 del trentesimo giorno a partire dalla data di pubblicazione sul Burl della deliberazione della Giunta regionale che approva il programma presso i settori Provinciali Agricoltura competenti per territorio

in data:25/06/2011

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion