Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Regioni » Lazio, arriva il marchio di qualità

Regioni

Lazio, arriva il marchio di qualità

Approvata dal Consiglio regionale del Lazio con 50 voti a favore la legge "Disposizioni per il sostegno dei sistemi di qualita' e tracciabilita' dei prodotti agricoli ed agroalimentari". Attraverso il provvedimento legislativo la Regione intende incentivare la valorizzazione e la promozione della cultura enogastronomica regionale.

Il testo e' stato finanziato per il 2012-2013 con uno stanziamento per ciascuna annualita' di un milione di euro per la parte corrente e di un milione per quella in conto capitale.

La normativa istituisce un marchio regionale collettivo di qualita', sistemi di tracciabilita' aziendale e di filiera. Il contrassegno sara' negato alle aziende non in regola con i ccln, con le norme in materia di sicurezza sul lavoro o con le certificazioni antimafia. Contributi saranno assegnati ai comitati promotori e alle associazioni di produttori responsabili per la registrazione, la supervisione dell'uso delle indicazioni geografiche e delle denominazioni di origine o del marchio di qualita'. Gli aiuti sono previsti anche per lo sviluppo di prodotti agricoli e agroalimentari di qualita', nonche' per l'introduzione di sistemi di tracciabilita' aziendale e di filiera e per lo sviluppo di metodologie scientifiche di certificazione di dettaglio. Avranno priorita' i progetti finalizzati ad attestare l'assenza di Ogm.

La legge sulla tracciabilita' prevede infine interventi di educazione alimentare, promozione e incentivazione di sistemi per garantire la qualità di prodotti di origine animale e dei metodi di produzione e lavorazione di tali prodotti


in data:29/02/2012

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion