Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Ricerca Agricola » Nei supermercati il pomodoro "a lunga conservazione"

Ricerca Agricola

Nei supermercati il pomodoro "a lunga conservazione"

Arriveranno presto e con molta probabilità nei supermercati i pomodori "a lunga conservazione". L’ultima novità di mercato è frutto del lavoro del gruppo di lavoro dell’ Asis Datta del National Institute of Plant Genome Research di Nuova Delhi.

La ricerca permetterà di portare negli scaffali della grande distribuzione pomodori a lunga conservazione sempre freschi e sodi come appena colti con una resistenza di due settimane sui banchi. Il prodotto è nato togliendo al Dna del pomodoro i geni per due enzimi della maturazione di questo ortaggio.

Senza i due enzimi identificati dai ricercatori indiani, alfa-mannosidasi (alfa-Man) e beta-D-N-acetilesosaminidasi (beta-Hex), è spiegato sulla rivista dell'Accademia Americana delle Scienze 'PNAS', i pomodori restano sodi e succosi per 45 giorni contro i 15 circa di un pomodoro standard.

in data:18/08/2010

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Untitled 53, il cuore oltre l'ostacolo- Patas bravas Rivisitata

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno