Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Unione Europea » Tornano a crescere i redditi agricoli italiani

Unione Europea

Tornano a crescere i redditi agricoli italiani

Tornano a crescere i redditi agricoli italiani ed europei. Il confortante andamento arriva con le stime di Eurostat. I redditi reali – si legge in una nota - per ogni agricoltore europeo sono aumentati nel 2011, rispetto al 2010, del 6,7%; in Italia dell'11,4%''. Dati alla mano, spiegano i responsabili dell’'ufficio statistico dell'Ue, l'incremento europeo del 6,7% risulta ''da un aumento reale dei redditi agricoli del 3,9%, accompagnato da una riduzione della manodopera del 2,7%''. La crescita dei redditi agricoli reali nell'Ue a 27 – è inoltre precisato - e' principalmente dovuta all'aumento del valore della produzione in termini reali del 7,5%, mentre i costi di produzione sono cresciuti del 9,7%.

A fine anno i redditi agricoli reali – si chiarisce ancora - dovrebbero aumentare in 19 Stati membri e scendere nei restanti otto. Le crescite piu' alte sono attese in Romania (+43,7%), Ungheria (+41,8%), Irlanda (+30,1%), Slovacchia (+25,3%) e Lussemburgo (+25,2%). In diminuzione invece Belgio (-22,5%), Malta (-21,2%), Portogallo (-10,7%) e Finlandia (-9,6%). Tra le nazioni dell’Unione europea va registrato il -2,6% della Francia, e il -8,1% dell'Olanda, mentre la Germania cresce del 14,7%.

in data:20/12/2011

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Cristina Cattaneo e Daniela Gazzini, sesto centro profesionale. Aprono Le Serre - Botanical Garden Restaurant

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno