Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Regioni » Veneto: entro il 16 maggio le domande per le misure agroambientali del Psr

Regioni

Veneto: entro il 16 maggio le domande per le misure agroambientali del Psr

Scadranno lunedì 16 maggio prossimo i termini per la presentazione delle domande di contributo per due delle misure portanti del nuovo bando dedicato all’agroambiente, adottato dalla Giunta del Veneto in attuazione del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013.

Si tratta di 44 milioni 600 mila euro per pagamenti agroambientali (misura 214). A questi si aggiungono i pagamenti silvoambientali (misura 225) per 1 milione 800 mila euro, che finanziano lo sfalcio di radure e le buone pratiche di gestione forestale. Altri 5 milioni fanno capo alla Misura 215, che finanzia interventi degli allevatori veneti nel settore del benessere animale. Su questa voce nel 2010 sono state raccolte 248 domande di allevatori di bovini, pronti a riconfermare l’adesione alla misura anche nell’anno corrente.

Per quanto concerne altre iniziative che fanno capo all’agroambiente, scadranno il 30 giugno i termini per le domande di primo imboschimento dei terreni agricoli (misura 221; 1 milione 700 mila euro di risorse); di primo impianto di sistemi agroforestali su terreni agricoli (misura 222; 200 mila euro); di imboschimento di terreni non agricoli (misura 223; 1 milione 50 mila euro).
E’ infine fissata al 29 luglio la data di presentazione delle domande per gli investimenti non produttivi (12 milioni e 600 mila euro), che riguardano la creazione di strutture per l’osservazione e la diffusione della fauna, la realizzazione di zone di fitodepurazione, l’impianto di fasce tampone e il recupero naturalistico straordinario di spazi aperti montani.

in data:27/04/2011

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion