Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Cucino io » Dop più vicina per il miele delle Dolomiti Bellunesi

Cucino io

Dop più vicina per il miele delle Dolomiti Bellunesi

Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea la domanda di registrazione della denominazione Dop miele delle Dolomiti Bellunesi. Da questo momento - informa il Mipaaf - in poi la procedura comunitaria prevede sei mesi di tempo per permettere agli altri Stati membri di presentare eventuali domande di opposizione alla richiesta di riconoscimento.

Trascorso questo periodo il Miele delle Dolomiti Bellunesi sarà iscritto nel registro ufficiale europeo delle Dop e Igp. Il miele delle Dolomiti Bellunesi è prodotto nell'intero territorio della provincia di Belluno, tutto situato in zona montana, a partire dal nettare dei fiori del territorio montano bellunese. A seconda dell'origine floreale si distinguono sei tipologie di miele delle Dolomiti Bellunesi: millefiori, acacia, tiglio, castagno, rododentro, tarassaco. La Dop si contraddistingue per la purezza, la salubrità e l'elevata conservabilità, testimoniate anche dal basso valore di Hmf.

in data:09/08/2010

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    "Un americano a Roma" ispira menu di Luce, ristovilla capitolina

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno