Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » Latte, è tempo di sperimentazioni. Scatta l'obbligo dell'origine in etichetta

Agronews

Latte, è tempo di sperimentazioni. Scatta l'obbligo dell'origine in etichetta

Il provvedimento, regolamentato da decreto e pubblicatto sulla Gazzetta Ufficiale, riguarda il vaccino, l'ovicaprino e il bufalino. La misura consentirà ai consumatori di conoscere con chiarezza e trasparenza la provenienza delle materie prime

Roma- L’attesa è finita. Da mercoledì 19 aprile il latte vaccino, ovicaprino, bufalino e di altra origine animale dovrà riportare obbligatoriamente in etichetta l'indicazione dell'origine. La regola per la vendita fa riferimento al decreto del ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali pubblicato sulla Gazzetta ufficiale. L’obbligo rientra in un campo di azione sperimentale che consentirà ai consumatori di conoscere con chiarezza e trasparenza la provenienza delle materie prime di molti prodotti al fine di consentire ai consumatori un acquisto più informato e consapevole del Made in Italy.

L'etichetta dovrà obbligatoriamente riportare l'indicazione dell'origine della materia prima in maniera chiara, visibile e facilmente leggibile, distinguendo precisamente tra Paese di mungitura e Paese di condizionamento o trasformazione del latte.

Ti potrebbe anche interessare

Latte, l'indicazione di origine in etichetta è obbligatoria. Al via la sperimentazione

in data:17/04/2017

Cerca

Multimedia

  • video

    A Pasqua arriva la colomba al Parmigiano Reggiano di Claudio Gatti

  • foto

    La Top ten delle etichette più belle d'Italia: ORNELLAIA 2011 (ORNELLAIA)

  • video

    ‘Chef Ma Non Troppo’, Fede&Tinto raccontano “L’Italia in Cucina”